Da chi non te lo aspetti

Sto caricando la mappa ....

Periodo
30 giu 2016

Consulta i Dettagli evento
per orari e giorni di chiusura.

Luogo
Fabbrica Eos
Piazzale Baiamonti 2
Milano

Categoria evento

Ads
bannerhome

Dettagli evento

Fabbrica Eos è lieta di annunciare l’uscita di “Da chi non te lo aspetti – prima parte” il nuovo disco di Tricarico, il noto cantautore italiano conosciuto al grande pubblico per successi quali “Io sono Francesco”, “Vita tranquilla” e “Musica”.

 

La prima parte del disco, disponibile negli stores digitali, contiene otto brani di cui sei inediti e anticipa l’uscita del disco definitivo a settembre 2016.

Sarà presentato giovedì 30 giugno alle 18.30 presso Fabbrica Eos, piazzale A. Baiamonti 2 Milano durante la mostra attualmente in corso di Davide Bramante e Fabrizio Bellafante “Doppio Scatto – sovrapposto fino a qui” a cura da Alberto Mattia Martini che farà da cornice, insieme ad alcuni dipinti di Francesco Tricarico, ad una serata aperta a giornalisti e pubblico con mini show-case di Tricarico accompagnato da Michele Fazio.

 

(Francesco) Tricarico, infatti, dipinge da sempre e con Fabbrica Eos ha avviato una collaborazione artistica come pittore iniziata con la mostra “Da chi non te lo aspetti” presso il Jamaica, storico locale di Brera, curata da Alberto Mattia Martini; la mostra ha suggerito a Francesco la creazione del nuovo brano omonimo che da il titolo al disco e che vede come co-autore Giancarlo Pedrazzini, direttore della galleria.

 

Una sinergia tra arte e musica che si esprime nella poliedrica figura di Tricarico, poeta, cantante, scrittore, autore, pittore e che interpreta perfettamente la filosofia caratteristica di Fabbrica Eos, da sempre attenta alle zone di confine tra le varie forme d’arte che sono ponti e non muri, capaci di dare vita a nuove visioni.

 

Questa nuova avventura artistica si fa emblema della convinzione di Giancarlo Pedrazzini secondo cui LA MUSICA E’ SCULTURA, per la sua capacità di riempire inaspettatamente lo spazio.

“Oltre l’innegabile valore artistico della Musica, sono convinto che anche un semplice suono sia in grado di riempire metri cubi di spazio, come fa la scultura, ma è capace più della materia di manifestare e quasi imporre la sua presenza”.  G.P.

 

 


Condividi subito l'evento Da chi non te lo aspetti su: