ETHEREA – Universo Digitale “il medium è il messaggio”

Sto caricando la mappa ....

Periodo
dal 18 nov 2017 al 25 nov 2017

Consulta i Dettagli evento
per orari e giorni di chiusura.

Luogo
Chiesa di Sant'Agostino e Palazzo Ducale, Genova
piazza Matteotti e piazza Negri
Genova

Categoria evento

Ads
bannerhome

Dettagli evento

Rassegna d’Arte Contemporanea Multimediale

ETHEREA – Universo Digitale “il medium è il messaggio”

a cura di Viana Conti, Derrick De Kerckhove, Virginia Monteverde

18-25 novembre 2017

Chiesa di Sant’Agostino e Palazzo Ducale

GENOVA

.

Sabato 18 novembre alle 16.30 nella Chiesa di Sant’Agostino, piazza Renato Negri a Genova, Art Commission in collaborazione con Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e Museo di Sant’Agostino presenta la prima edizione della Rassegna d’Arte Contemporanea Multimediale ETHEREA – Universo Digitale “il medium è il messaggio” ideata e curata da Virginia Monteverde con Viana Conti e Derrick De Kerckhove.

Ad aprire la rassegna sarà il sociologo e mass-mediologo Derrick De Kerckhove, teoricodell’Intelligenza connettiva, allievo e collaboratore di Marshall McLuhan, che parlerà del rapporto tra arte e nuove tecnologie.

Il critico d’arte Viana Conti ci introdurrà poi nell’ ”universo digitale” dei sette artisti della mostra: Peter Aershmann, Stefano Cagol, Alexander Hahn, Georgette Maag, Roberto Rossini, Sara Tirelli, Christian Zanotto.

L’inaugurazione proseguirà alle 19.00 a Palazzo Ducale, Loggia degli Abati, seconda sede della rassegna.

Viana Conti nel suo testo di presentazione della mostra scrive:

Con la mostra ETHEREA – Universo Digitale – “il medium è il messaggio”si scrive a Genova un capitolo della Storia dell’Artea partire dalla Storia dell’Intelligenza dei Media. Il titolo stesso della rassegna che annuncia la Digitalità dell’Universo estetico-creativo a cui si fa riferimento e la Centralità Multimediale del Messaggio che gli artisti presenti hanno formalizzato in opera, chiama in causa i profeti ineludibili di questa ricerca internazionale: Marshall McLuhan e Derrick de Kerckhove.

Uno dei nodi di riflessione della rassegna, è quello del confronto tra l’idea di collettività, elaborata da Levy, e quella di connettività, elaborata da de Kerckhove, da cui scaturirebbe una terza dimensione collettivo/connettiva costituita da un’interconnessione dei frammenti della rete tale da produrre inesplorati artefatti cognitivi. Quanto si riscontra nelle opere in mostra di sette artisti internazionali, paradigmatici relativamente alla problematica di partenza, risponde alle condizioni di connettività, come accesso allargato a informazione e conoscenza, di ipertestualità, come accesso simultaneo a livelli transcategoriali di comunicazione, di interattività, come possibilità di intervenire su un portato epistemico già codificato.

Questa mostra, vista nel suo insieme, si trasforma in un dispiegato scenario di schermi accesi, di video animazioni su monitor o in proiezione che, osservati, non mancano di interconnettersi con la sensibilità emotiva, intellettiva, cognitiva, dello spettatore, in cui ha messo in moto curiosità, domande, riflessioni, risposte. Come in un anello di Moebius, il paesaggio esterno degli schermi entra in quello subliminale dell’osservatore che, a sua volta, proietta all’esterno, tramite le sue reazioni, il suo paesaggio interiore. […]

Altri progetti della Rassegna

Progetto per Giovani Artisti

The Mind’s Zone of Vision

Realizzato in collaborazione con la Galleria d’Arte Moderna di Nervi, Museo di Palazzo Reale, Museo di Sant’Agostino e la Galleria Primo Piano di Palazzo Grillo, che all’interno dei propri spazi ospiteranno le proposte video di quattro giovani artisti: Giorgia Ghione, Christian Masuero, Annalisa Pisoni Cimelli, Eli Zwimpfer.

Arte e realtà aumentata

Just an illusion

Grazie alla tecnologia della realtà aumentata, in tre piazze del centro cittadino, Matteotti, San Lorenzo e Negri, saranno installate virtualmente le sculture degli artisti

Fabrizio Dieci, Maurizio Nazzaretto e Günter Stangelmayer

Realizzazione a cura di LightBoX – Grand Tour

Una serie di appuntamenti legati al tema del multimediale, completeranno il programma della prima edizione della Rassegna d’ Arte Contemporanea Multimediale Etherea.

martedì 21 ore 18.30 – Palazzo Ducale, Loggia degli Abati

UN’ORA D’ARTEL’Universo digitale di Peter Aerschmann – a cura di Bettina Bush

mercoledì 22 ore16.30 – Chiesa di Sant’Agostino

Progetto giovani di musica multimediale

EXTRA SENSUS FINIS – performance multimediale interattiva sinestetica per luce e suono a cura del Collettivo Genov16. Opere di E. Bardi, F. Cauglia, F. de Bord, N.P. Pisanu. Con la partecipazione di G. Biagi, L. de la Fuente, G. Gilardon, M. Traverso.

giovedì 23 ore 18.30 – Palazzo Ducale, Loggia degli Abati

PROGETTARE PER IL MULTIMEDIALE – a cura dell’ Arch. Nicola Canessa

venerdì 24 ore17.00 – Chiesa di Sant’Agostino

ETHEREA SOLIDALE – MODA E MULTIMEDIALE – Sfilata Sarsì – Fatto con le mani a cura di Virginia Grozio, Sound Design di e con Paolo Tarsi

sabato 25 ore19.00 – Palazzo Ducale, Loggia degli Abati

SOUND WAVES – electronic live set di Armenia e Mongiovì a cura di Duplex Ride

Per approfondimenti, testi critici completi e dettagli rassegna consultare il sito di ART Commission Events

nella sezione ETHEREA

www.artcommissionevents.com

info: artcommissionevents@gmail.com


Condividi subito l'evento ETHEREA – Universo Digitale “il medium è il messaggio” su: