Genova 9 maggio, riapre al pubblico VILLA CROCE, Museo di arte Contemporanea

Sto caricando la mappa ....

Periodo
9 mag 2019

Consulta i Dettagli evento
per orari e giorni di chiusura.

Luogo
Museo Villa Croce
Via Jacopo Ruffini, 3
Genova

Categoria evento

Ads
bannerhome

Dettagli evento

Tutta nel segno della sostenibilità ambientale l’attesa riapertura del Museo d’arte contemporanea di Villa Croce a Genova, che  ritorna a nuova vita per riprendere il suo posto nel panorama della cultura contemporanea, giovedì 9 maggio alle ore 18, con l’inaugurazione della sua prima mostra. 

Si tratta infatti di Art spaces,  progetto curato da Sandro Parmiggiani che parte da un progetto scientifico ed ecologico relativo alla denuclearizzazione dei territori, per riflettere su temi contemporanei e particolarmente sensibili per le generazioni future. Tutti gli spazi della Villa sono stati ripensati appositamente per questo evento, con un nuovo progetto illuminotecnico e l’esposizione della collezione permanente lungo i tre piani del museo, aperti ad accogliere i visitatori e la città.  Uno spazio specifico, una speciale project room, sarà inoltre destinato ai nuovi linguaggi espressi da giovani artisti e studenti dell’Accademia Ligustica di Belle Arti per creare un rapporto privilegiato di scambio nella realizzazione di progetti e situazioni artistiche. Si riattivano anche i laboratori didattici per le scuole in un nuovo ambiente pensato espressamente per l’occasione  e riapre la  biblioteca specializzata in arte contemporanea che ha ora aumentato la sua capacità di accoglienza e si ripresenta sotto una veste artistica come ideale prosecuzione del museo. In questa cornice così rinnovata saranno programmate mostre di arte contemporanea, conferenze ed eventi legati alle ricerche e alla cultura attuale.

Particolare attenzione merita la collezione permanente del Museo, che  si è formata in più di 30 anni di vita della sede espositiva  grazie ad acquisti, donazioni e premi d’artista e comprende oltre 4000 opere tra sculture, dipinti, foto, grafiche, installazioni e wall painting.  Le 170 opere esposte sono datate dalla metà degli anni ’20 fino al 2014 e presentano alcune delle ricerche artistiche nazionali e internazionali più interessanti sviluppate in quell’arco di tempo, con un’attenzione precisa al territorio. L’allestimento è ispirato alle antiche quadrerie e alle esposizioni dei grandi musei di arte classica, quasi in contrapposizione ai canoni allestitivi delle mostre di arte contemporanea, concentrando una grande quantità di lavori già dalla prima sala e lungo lo scalone che conduce al piano nobile. Il rapporto tra spazio e opere gioca sull’opposizione di forme e colori, con i decori ottocenteschi dalle tonalità basse e tenui su cui contrastano i lavori delle collezioni. L’esposizione si diffonde così nelle sale suddivise secondo linguaggi e ricerche artistiche affini, tranne due sale riservate a due singoli artisti, Lucio Fontana e Claudio Costa e si  conclude al secondo piano della villa attraversando tutti gli spazi del museo. Il progetto allestitivo della collezione permanente, non avendo  carattere definitivo, sarà soggetto a modifiche e innesti per far conoscere e valorizzare il maggior numero possibile di opere.

Art spaces – Gli spazi dell’arte. A cura di Sandro Parmiggiani, dal 9 maggio al 18 agosto 2019.  ORARI: Museo: ven. 14-18/sab-dom. 10-18,  Biblioteca: lun-ven. 14-18, Laboratori didattici: su prenotazione ref. Paolo Scacchetti pscacchetti@comune.genova.it.

BIGLIETTO: Intero: 5 euro, Ridotto: 3 euro.

Informazioni: tel. 010/580069-585772, www.museidigenova.it.


Condividi subito l'evento Genova 9 maggio, riapre al pubblico VILLA CROCE, Museo di arte Contemporanea su: